Come combattere la tosse impegnando le risorse naturali. - Vanda Omeopatici
Banner Repertorio Medicina Integrata
Come combattere la tosse impegnando le risorse naturali.
Come combattere la tosse impegnando le risorse naturali.

Come combattere la tosse impegnando le risorse naturali.

Un trattamento sedativo della tosse dovrebbe durare al massimo pochi giorni, la cura della tosse cronica e persistente deve necessariamente essere preceduta dall’individuazione e dall’eliminazione della causa e del fattore predisponente.  La tosse, infatti, di per sé non è una malattia ma un semplice sintomo che insorge ogni qualvolta le mucose delle vie respiratorie vengono irritate. La tosse rappresenta dunque un importante meccanismo difensivo del nostro organismo, in grado di garantire l’indennità dell’apparato respiratorio e la pervietà delle vie aeree: libera le vie respiratorie da un eccesso di secrezioni (catarro) ed impedisce l’ingresso nella trachea e nei bronchi di sostanze estranee, provocandone l’espulsione se accidentalmente inspirate. Tale sintomo è spesso secondario ad altre patologie, malattie da raffreddamento su tutte, ed è talmente diffuso da rappresentare il disturbo più frequente per cui ci si rivolge al medico. In base alla presenza o meno di secrezioni si possono distinguere due tipi di tosse: La tosse secca, caratterizzata da assenza di catarro, è di solito irritativa e interessa faringe, laringe e trachea. La tosse grassa o produttiva, caratterizzata dalla presenza di catarro nei bronchi, è di origine bronchiale o polmonare, specie se all’origine vi è un raffreddamento, spesso rappresenta la normale evoluzione di una iniziale tosse secca. Il muco oltre a rendere difficoltosa la respirazione, costituisce un ottimo terreno di coltura per i microbi, potenziali responsabili di infezioni alle vie respiratorie. Tutti i tipi di tosse sono accomunati da uno stato infiammatorio-irritativo persistente della mucosa respiratoria, ogni colpo di tosse aggrava il danno infiammatorio della mucosa irritandola ulteriormente. Al fine di scongiurare il rischio che si instauri un circolo “vizioso” è opportuno intervenire con dei farmaci specifici in grado di controllare lo stimolo.

La Terapia Farmacologica Tradizionale

La terapia farmacologica tradizionale basa la scelta del farmaco più idoneo da assumere sulla differenziazione in tosse secca e  tosse grassa. In caso di tosse secca la scelta del farmaco cade su un antitussivo sedativo della tosse, poiché è la causa della sintomatologia a dover essere curata in primis. Il principale inconveniente degli antitussivi è che causano ristagno delle secrezioni e ciò può essere rischioso in pazienti con bronchite cronica; quelli ad azione centrale possono causare inoltre sonnolenza e confusione. In caso di tosse grassa/produttiva si ricorre  a farmaci mucolitici ed espettoranti in grado di favorire l’espulsione del catarro rendendolo più fluido. I mucolitici hanno effetti collaterali minori, ma alimentano il circolo vizioso della tosse perché causano aumento del volume delle secrezioni.  Per tale motivo l’AIFA ha adottato un provvedimento restrittivo che ne vieta l’uso, sia per via orale che rettale, nei bambini al di sotto dei 2 anni di età che hanno serie difficoltà ad eliminare l’eccesso di secrezioni attraverso la tosse. È evidente come la terapia farmacologica tradizionale, al di la del tipo di farmaco utilizzato, è esclusivamente di tipo sintomatico, i farmaci disponibili tendono infatti o a sedare lo stimolo (in caso di tosse secca) o a fluidificare il catarro (in caso di tosse produttiva); in entrambi i casi gestiscono solo il sintomo, senza agire sulla riduzione dello stato infiammatorio-irritativo delle mucose e sul ripristino della loro naturale fisiologia.

Vanda 4: l’approccio Omeo-Fitoterapico

Per attuare una strategia terapeutica efficace è importante agire non solo sul sintomo, ma anche e soprattutto sullo stato irritativo delle mucose delle vie respiratorie, al fine di ripristinarne la naturale struttura fisiologica. La riduzione dello stato irritativo permette di ridurre la frequenza e l’intensità della tosse, interrompendo quel circolo vizioso  per cui ogni colpo di tosse aggrava il danno infiammatorio della mucosa peggiorando il problema. Una risposta terapeutica di tale tipo è quella messa in atto dal VANDA 4 sciroppo (Vanda Omeopatici), costituito da  un’associazione di 8 rimedi omeopatici e 4 tinture madri che consente di agire a 360 gradi sul sintomo tosse. La componente omeopatica dello sciroppo è costituita dai rimedi impiegati nella tradizione omeopatica per la cura della tosse: corallium rubrum, Antimonium tartaricum, Rumex crispus, Bryonia alba, Drosera rotundifolia, Sambucus nigra, Coccuc cacti, IpecaLa componente fitoterapica è costituita dalle tinture madri di erbe medicinali da sempre utilizzate nella medicina popolare per le loro proprietà curative, si tratta in particolare di:

  • Erysimum officinalis – Erisimo, detto anche “erba dei cantanti”, deve questo nome all’azione antinfiammatoria e antisettica sulle vie respiratorie. Il suo utilizzo è consigliato nel trattamento delle infiammazioni della gola, afonia e disfonia (abbassamento o perdita momentanea della voce) conseguente a laringite, faringite e tracheite. Si è rivelato essere anche un ottimo rimedio per lenire la secchezza o le infiammazioni delle gole dei fumatori e per il trattamento della tosse, per le sue proprietà mucolitiche, espettoranti e trofiche per la mucosa dell’apparato respiratorio. Le attuali conoscenze attribuiscono queste proprietà alla presenza di composti solforati e mucillagini che grazie alle loro proprietà fisiche, si stratificano sulle mucose, rivestendole di uno strato che le protegge dagli stimoli irritativi.
  • Echinacea purpurea, pianta con attività antinfiammatoria, antibatterica, antivirale fungistatica e cicatrizzante oltre a ad attività immunostimolante in grado di aumentare le resistenze dell’organismo: attiva l’azione fagocitaria dei linfociti e rinforza il sistema immunitario specifico di adulti e bambini. Le proprietà immunostimolanti dell’Echinacea sono riconosciute dall’intera comunità scientifica e sono state ampiamente dimostrate da molteplici studi clinici.
  • Polygala senega, pianta con proprietà fluidificanti ed espettoranti.
  • Thymus vulgaris, i principi attivi aromatici del timo hanno spiccate proprietà antisettiche e antibatteriche, oltre che proprietà antiossidanti.

L’associazione dei rimedi omeopatici insieme alle tinture madri di erbe medicinali rende VANDA 4 uno sciroppo efficace per il trattamento di tutti i tipi di tosse. Indicato per tutta la famiglia, può essere assunto sia dai bambini che dagli anziani, anche in concomitanza con altre terapie farmacologiche in atto (viceversa i principi attivi contenuti negli sciroppi allopatici hanno interazioni con molti farmaci).

Giuseppe Leto, Hod Benessere, 2014 – N.37, pag. 54