tiroidite cronica autoimmune e celiachia
Banner Repertorio Medicina Integrata
Tiroidite cronica autoimmune e celiachia. Valutazione della risposta alla somministrazione di microimmunoterapici
Tiroidite cronica autoimmune e celiachia. Valutazione della risposta alla somministrazione di microimmunoterapici

Tiroidite cronica autoimmune e celiachia. Valutazione della risposta alla somministrazione di microimmunoterapici

Riservato alla classe medica.

E’ stato inserito lo studio ” Tiroidite cronica autoimmune e celiachia Valutazione della risposta alla somministrazione di microimmunoterapici” all’interno dell’area riservata

celiachia microimmunoterapia Maiva vanda

Abstract

La Tiroidite di Hashimoto capostipite delle tiroiditi autoimmuni si caratterizza per una cronica infiltrazione linfocitaria che porta spesso ad una progressiva e irreversibile ipofunzione della tiroide. E’ la causa più frequente di ipotiroidismo nelle aree del mondo con un sufficiente apporto di iodio.

Nelle donne l’incidenza è di 3,5 casi per 1000 abitanti l’anno; negli uomini, invece, e’ piu’ bassa (0,8 casi per 1000 abitanti l’anno). Alla base della patologia vi e’ un processo infiammatorio autoimmune che porta alla distruzione dei follicoli tiroidei. Sia l’immunità cellulo-mediata che anticorpo-mediata sono chiamate in causa nella patogenesi della malattia.

Le cellule infiammatorie predominanti nel tessuto tiroideo sono linfociti B e T. I linfociti T helper vengono attivati contro le cellule tiroidee. Il meccanismo di attivazione dei linfociti non e’ noto ma, probabilmente, può avvenire per micro-chimerismo molecolare da parte di agenti esogeni o per attivazione diretta da parte di tireociti che espongono, in modo aberrante sulla superficie cellulare, delle molecole in grado di provocare l’ attivazione dei linfociti. Una volta attivato, il linfocita T helper produce diverse citochine che perpetuano e rendono cronico il processo infiammatorio autoimmune. Alcune di queste citochine inducono, tra l’ altro, l’espressione di FAS sulle cellule tiroidee. E poiche’ i linfociti T citotossici esprimono in superficie il fas ligand, quest’ ultimo, interagendo con il fas espresso dai tireociti, determina la morte apoptotica dei tireociti…