Integratore di glutatione e sistema immunitario - Vanda Farmaceutici
Banner Repertorio Medicina Integrata
Stress del sistema immunitario e integratore di glutatione
Stress del sistema immunitario e integratore di glutatione

Stress del sistema immunitario e integratore di glutatione

Integratore di glutatione per una corretta funzionalità del sistema immunitario

Il Gsh-Va è un integratore di Glutatione e altre sostanze ad attività antiossidante capaci di contrastare lo stress ossidativo e il conseguente danno cellulare generalizzato indotto dall’eccessiva presenza di radicali liberi. Coadiuvante per il mantenimento di una corretta funzionalità del sistema immunitario, alterata dall’eccessiva presenza di radicali liberi.

Equilibrio del sistema immunitario

La bilancia immunologica TH1 TH2

Le citochine di tipo 2 (TH2) e di tipo 1 (TH1) rappresentano rispettivamente la risposta dell’organismo di tipo allergico e di difesa contro virus e batteri patogeni. Il bilancio e il rapporto tra i due sistemi è essenziale per la salute e attività del sistema immunitario. La produzione delle citochine e quindi anche dei linfociti è sotto il controllo genetico, il quale dipende dalle condizioni di ossido riduzione che favoriscono o frenano i fattori di trascrizione (Senn 1996). Questa regolazione esiste da milioni di anni in un’organizzazione autonoma che dipende dallo stato ossido-riduttivo (OX-RED). Il DNA mitocondriale è dieci volte più sensibile allo stress ossidativo rispetto al DNA del nucleo.

radicali liberi e sistema immunitario

I radicali liberi che attraversando la membrana cellulare raggiungono i mitocondri vengono neutralizzati dall’enzima Glutatione perossidasi, potente antiossidante. Durante tale processo il glutatione perossidato viene ossidato e riconvertito in glutatione ridotto, ad opera della glutatione deidrogenasi con l’aiuto del NADH+ fornitore di Idrogeno.

Iperstimolazione del sistema immunitario

In seguito ad un forte stress immunitario (infezione virale o batterica), può verificarsi uno switch TH1/TH2 verso una dominanza TH2, impedendo la completa eliminazione dell’agente patogeno intracellulare. In dominanza TH2, si liberano citochine pro-infiammatorie capaci di scatenare reazioni allergiche e dis-regolare la bilancia immunologica (TH1/TH2). I virus consumano i gruppi tiolici SH o idrosolforici per la propria replicazione. Quando il consumo pro-ossidativo di glutatione è eccessivo, il sistema di regolazione (OX-RED) aumenta l’attività dei geni antiossidanti e la metabolizzazione di H2O2 ( perossido di idrogeno ), la per-ossidazione dei lipidi, etc.

Il fabbisogno di tioli dall’organismo, viene di norma trascurato o sottovalutato. La carenza di cisteina e di glutatione sono il sintomo guida dell’immunodeficienza cellulare, che aprono la strada a patologie di importanza sistemica. La carenza di tioli deve essere compensata e dosata con prelievo di sangue, oggi fattibile in laboratori specializzati, il potenziale  RED-OX dipende dal sistema del glutatione.

Le persone con un deficit di regolazione dello stress ossidativo, genetico ad esempio, rispondono a fattori tossici più rapidamente e in modo prolungato con una contro regolazione del tipo TH2. Tale risposta esuberante del sistema TH2, porta a sviluppare patologie importanti sistemiche, dalle allergie, alle patologie degenerative. Una risposta alterata del sistema TH1, predispone a patologie di tipo autoimmuni, non bilanciate dal sistema TH2. Principali agenti tossici sono gli inquinanti ambientali, sostanze chimiche presenti negli alimenti, alimenti, farmaci, prodotti di lavorazione industriale.

Il Gsh-Va Glutatione è un integratore di glutatione con acido alfa-lipoico, cisteina, vitamina C e zinco

Il glutatione è  un enzima antiossidante, forse il più potente fattore antiossidante esistente in natura. L’attività anti ossidante e di protezione è attiva in tutti gli organi ed apparati, con prevalenza del fegato, muscolatura, cervello, cuore, sistema immunitario ( linfonodi ), mucose.

immagine dell' integratore antiossidante GSH-Va Glutatione Vanda

Acido tiottico o alfa-lipoico: è un importante cofattore enzimatico, fornendo energia al ciclo di Krebs e di conseguenza alla funzionalità cellulare. La sua azione si esplica su tutte le deidrogenasi cellulari e in particolar modo alla deidrogensi attiva nel funzionamento e recupero del Glutatione.

Cisteina è un aminoacido particolarmente abbondante nella pelle, annessi, mucose. È un sito attivo dei recettori delle membrane cellulari, precursore del glutatione e della taurina, potente detossificante attraverso la bile. La carenza di cisteina si evidenzia con un ridotto funzionamento dei linfociti, i quali non possono funzionare correttamente se la concentrazione di glutatione diminuisce. Inoltre lo stress ossidativo, al pari delle infezioni contribuisce ad esporre l’organismo a ripetute infezioni virali. 

Le vitamine B1, B2, B3, B6, B12, la Vit. C, Vit. E, lo zinco, selenio e altri minerali, contribuiscono  a mantenere il glutatione nella forma attiva, ridotta, che da solo o in sinergia con la glutatione perosssidasi e il selenio, neutralizzano un gran numero di radicali liberi.

Integratore di glutatione: a cosa serve

  • a contrastare l’attività dei radicali liberi
  • come disintossicante da inquinanti ambientali e alimentari
  • stimola la risposta linfocitaria ( CD4 ) contro agenti patogeni virali
  • per aumentare la risposta immunitaria globale nei casi di recidive da parte di agenti virali e batterici
  • in sinergia con la microimmunoterapia ( MIT) ne aumenta l’efficacia, agendo sulla capacità reattiva linfocitaria e bilanciando il rapporto TH1/TH2
  • azione anti invecchiamento
  • a rallentare i processi degenerativi cellulari
  • come chelante dei metalli pesanti
  • per inibire l’azione potenzialmente dannosa dei radicali liberi, raggi UVB, radiazioni, chemioterapici.

Il glutatione impedisce inoltre che i radicali liberi si leghino alle proteine fibrose del corpo, evitando così l’indurimento e il restringimento del collagene quindi rughe, mancanza di elasticità nelle arterie etc.).

Approfondimento:

Effetti del trattamento orale con GshVa Glutatione in soggetti con deficitdi Barriera Antiossidante

 

Bibliografia

Watson, M. A., Stewart, R. K., Smith, G. B., Massey, T. E., and Bell, D. A. Human glutathione S-transferase P1 polymorphisms: relationship to lung tissue enzyme activity and population frequency distribution. Carcinogenesis, 19: 275-280, 1998.

Bastaki et al. Pharmacogenet Genomics. 2006 Apr;16(4):279-86.

Lampe JW. Am J Clin Nutr. 2009 May; 89(5):1553S-1557S.

Hein, Mutation Research 2002; 506–50: 65–77.

Ambrosone et al. Cancer Res 2005; 65: (3).

Park et al. Mutation Research 593 (2006) 108–115

Autore: Professor Giuseppe Di Fede