Curcumina e obesità, perdere peso e dimagrire con la curcuma
Banner Repertorio Medicina Integrata

Curcuma e obesità

Alcune evidenze sperimentali suggeriscono una possibile utilità della Curcuma nel ridurre l’incidenza delle patologie correlate con l’obesità.

Ciò sarebbe possibile principalmente attraverso i suoi effetti antinfiammatori e antiossidanti.

In taluni studi di qualità più recenti si riporta che è consigliata come coadiuvante terapeutico nella gestione del diabete, dell’obesità e delle loro complicanze.

La ricerca scientifica rivela che la Curcumina, principio attivo del turmerico, potrebbe interagire direttamente con il tessuto adiposo bianco per sopprimere l’infiammazione cronica inibendo l’infiltrazione di macrofagi e l’attivazione del Fattore Nucleare kB (NF-kB).

Sempre nel tessuto adiposo bianco potrebbe contribuire a ridurre l’espressione delle potenti adipochine proinfiammatorie: Fattore di Necrosi Tumorale alpha (TNF-alfa), la Proteina Chemioattrattante i Monociti-1 (MCP-1) e l’Inibitore dell’Attivatore del Plasminogeno tipo-1 (PAI-1), oltre a indurre l’espressione dell’Adiponectina che è il principale agente antinfiammatorio secreto dagli adipociti.

L’interazione diretta della Curcumina con il tessuto adiposo bianco arriva anche ad essere quella di inibire la proliferazione dei preadipociti mediante il blocco della proteina Skp2.

Tale proteina è necessaria per la degradazione della proteina p27 che avviene nella progressione del ciclo cellulare durante la differenziazione dell’adipocita.

La Curcumina parrebbe andare ad interrompere l’aumento della Skp2 nella fase precoce dell’iperplasia dell’adipocita, rivelandosi quindi potenzialomente utile per la soppressione della differenziazione adipocitica e del suo sviluppo verso lo stadio maturo.

A livello più generale la Curcumina parrebbe essere utile per diminuire l’iperinsulinemia, l’intolleranza al glucosio e l’HOMA-IR index diminuendo la fosforilazione del IRS-1 serina (substrato recettore dell’insulina) e aumentando la fosforilazione del IRS-1 tirosina nel muscolo scheletrico.

Molti studi hanno notato come il principio attivo della curcuma possa contribuire ad abbassare i livelli di Tumor Necrosis Factor alpha (TNF-alfa), di Proteina C Reattiva (PCR) e di espressione della proteina Ciclo-Ossigenasi-2 (COX-2). Inoltre parrebbe utile anche per prevenire la degradazione dell’Inibitore kB alpha (IkB-alfa).

La sua potente azione antiossidante diretta è dovuta alla forte spinta sull’attività della Glutatione Perossidasi (GPx) nel muscolo.

La Curcumina proteggerebbe inoltre dal danno neuronale associato alla neuroinfiammazione causata dall’obesità alimentare.

Animali alimentati con dieta a base di fruttosio sviluppano danni a livello dell’ippocampo per attivazione delle cellule gliali che vanno ad interagire con i neuroni per un aumento di Fractalchina (FKN) e del suo recettore CX3CR1.

La Curcumina presente nella curcuma parrebbe impedire tutto ciò mediante l’inibizione dell’attivazione delle cellule gliali e la soppressione dell’aumento del complesso FKN/CX3CR1 nella rete neuronale.

Bibliografia

Biofactors. 2013 Jan-Feb;39(1):78-87.
Curcumin and obesity.
Bradford PG.

Brain Behav Immun. 2016 Jan 4. pii: S0889-1591(16)30001-0.
Up-regulated fractalkine (FKN) and its receptor CX3CR1 are involved in fructose-induced neuroinflammation: Suppression by curcumin.
Xu MX, Yu R, Shao LF, Zhang YX, Ge CX, Liu XM, Wu WY, Li JM, Kong LD.

Chem Biol Interact. 2016 Jan 25;244:187-94.
Curcumin prevents inflammatory response, oxidative stress and insulin resistance in high fructose fed male Wistar rats: Potential role of serine kinases.
Maithilikarpagaselvi N, Sridhar MG, Swaminathan RP, Zachariah B.

Biochem Biophys Rep. 2016 Mar 1;5:16-21.
Curcumin Inhibits 3T3-L1 Preadipocyte Proliferation by Mechanisms Involving Post-transcriptional p27 Regulation.
Ferguson BS, Nam H, Morrison RF.

Zinco e Selenio: possibile ruolo antinfiammatorio e antiossidante

Zinco e Selenio: possibile ruolo antinfiammatorio e antiossidante
Pufacur composizione Integratore alimentare a base di acidi grassi polinsaturi Omega 3 (EPA e DHA), Curcuma, Pepe nero, Vitamine A, C, D3, E, Zinco e Selenio con edulcorante. Confezione 30 buste da 5,5 g. Peso netto 165 g Prezzo Euro: 36,50 Modo d’Uso Si consiglia l’assunzione di 1 bustina al giorno disciolta in un bicchiere d’acqua (200 ml) Zinco e Selenio: il possibile ruolo antinfiammatorio, antiobesità e antiossidante ...
Read more

Curcumina e malattie osteoarticolari

Curcumina e malattie osteoarticolari
Curcumina e malattie osteoarticolari I dati disponibili derivanti da studi in vitro e in vivo affermano che la Curcumina può essere un efficace trattamento complementare nelle affezioni cronico degenerative a carico dell’apparato osteoarticolare, tanto negli umani che negli animali da compagnia. Essa è risultata essere la più sicura e la più adatta alternativa nutraceutica ai ...
Read more

Curcuma e obesità

Curcuma e obesità
Curcuma e obesità Alcune evidenze sperimentali suggeriscono una possibile utilità della Curcuma nel ridurre l’incidenza delle patologie correlate con l’obesità. Ciò sarebbe possibile principalmente attraverso i suoi effetti antinfiammatori e antiossidanti. In taluni studi di qualità più recenti si riporta che è consigliata come coadiuvante terapeutico nella gestione del diabete, dell’obesità e delle loro complicanze. ...
Read more

Il ruolo delle vitamine A, C, D ed E nel Pufacur

Il ruolo delle vitamine A, C, D ed E nel Pufacur
Pufacur composizione Integratore alimentare a base di acidi grassi polinsaturi Omega 3 (EPA e DHA), Curcuma, Pepe nero, Vitamine A, C, D3, E, Zinco e Selenio con edulcorante. Confezione 30 buste da 5,5 g. Peso netto 165 g Prezzo Euro: 36,50 Modo d’Uso Si consiglia l’assunzione di 1 bustina al giorno disciolta in un bicchiere d’acqua (200 ml) Il ruolo delle vitamine A, C, D ed E nel Pufacur ...
Read more

Acidi grassi polinsaturi Omega-3 nel Pufacur: ALA EPA DHA

Acidi grassi polinsaturi Omega-3 nel Pufacur: ALA EPA DHA
Acidi grassi polinsaturi Omega-3 Gli Acidi Grassi Polinsaturi (PolyUnsaturated Fatty Acids) Omega-3 (o PUFA n-3), una categoria di acidi grassi essenziali, sono caratterizzati dalla posizione del primo doppio legame che, iniziando il conteggio dal carbonio terminale (carbonio omega ovvero carbonio n), occupa la terza posizione, da cui il termine Omega-3. Sono noti soprattutto per la ...
Read more

Cos’è la piperina

Cos'è la piperina
Ruolo della Piperina Il pepe nero (Piper Nigrum) contenuto nel Pufacur è una delle spezie più utilizzate da sempre. E’ apprezzata per il suo specifico sapore pungente attribuito all’alcaloide Piperina. Il pepe nero non è usato solamente nell’alimentazione umana ma anche in altri campi quali la medicina, la conservazione e la profumeria. Effetti fisiologici del ...
Read more

Pufacur: la Curcumina nel trattamento della Depressione

Pufacur: la Curcumina nel trattamento della Depressione
la Curcumina nel trattamento della Depressione La Curcumina ha dimostrato di essere efficace nel trattamento delle problematiche Stress cronico-correlate e in particolare nel trattamento dei disordini da Depressione. Lo Stress cronico definito CUMS (Chronic, Unpredictable, Mild, Stress – Stress cronico, imprevedibile, mite) produce comportamenti di tipo depressivo. Si è visto che tutto ciò è associato ...
Read more

GLAVA, Acido Gamma Linoleico

GLAVA, Acido Gamma Linoleico
L’Acido Gamma Linolenico (GLA) è un acido grasso polinsaturo Omega 6 (18:3) che, insieme all’Acido Diomo-Gamma-Linoleico (DGLA, 20:3) e all’Acido Arachidonico (AA, 20:4) compone i principali tre Omega-6 derivati dal polinsaturo essenziale Acido Linoleico (LA 18:2). Negli Omega-6 il primo doppio legame è tra il sesto ed il settimo atomo di carbonio a partire dal ...
Read more